IL FASCINO DELLA TRADIZIONE

IL FASCINO DELLA TRADIZIONE

Si apre la stagione estiva e per il grande pubblico e per gli amanti delle escursioni e delle gite in montagna, le malghe d’alpeggio sono il sinonimo di luoghi dove assaporare la genuinità e le tradizioni della lavorazione artigianale dei prodotti tipici. La montagna è un racconto per immagini, emozionante e affascinante. Ma anche colori, profumi e sapori. Asiago e tutto l’Altopiano dei 7 Comuni è un territorio tutto da scoprire, che offre opportunità per tutti i gusti e tutte le età. Molto più di un veicolo di promozione turistica. Molto più di una ricettività sostenibile e sensibile all’ambiente circostante. Per tutti gli amanti di escursioni e gite in montagna, le malghe permettono di coronare l’esperienza unica di assaggiare prodotti e piatti tipici, in un luogo ospitale e caratteristico. Di apprezzare l’ospitalità e la simpatia dei gestori e la qualità dei servizi che offrono. Per le montagne di Asiago, le malghe testimoniano e valorizzano i mestieri del passato e le usanze sviluppatesi nel tempo attorno all’arcaico sistema dell’alpeggio. Anche il Sindaco di Asiago, Roberto Rigoni Stern, ha sottolineato recentemente quanto sia importante come amministrazione valorizzare questo ‘genius loci’ delle malghe, ad Asiago c’è la più alta concentrazione di malghe d’alpeggio d’Europa, circa 17 quelle date in concessione dal Comune, tutela e promozione sono all’ordine del giorno. Basti pensare al prodotto più famoso prodotto in questi territori di montagna, il formaggio Asiago DOP, marchio registrato che ne valorizza e ne certifica la provenienza. Un luogo di lavoro di fondamentale importanza, che grazie al lavoro degli agricoltori dei pastori ha preservato prati e pascoli. Il sistema dell’alpeggio prevede che in primavera ed estate il bestiame venga condotto dalle stalle a fondovalle. Soprattutto in luglio, agosto e settembre, mucche, cavalli e altri animali da allevamento hanno così la possibilità di sostituire il mangime e il fieno, tipici dell’alimentazione in stalla, con l’erba di montagna. Le malghe dell’Altopiano si contraddistinguono in particolar modo per tenere aperte le porte ad appassionati ed escursionisti, offrendo loro assaggi prelibati di produzione artigianale. Qui è possibile fermarsi per degustare l’Asiago Dop, oppure la pasta fatta in casa, la soppressa e polenta. Per gli amanti delle camminate, tra una malga e l’altra, l’Alta Via degli Altipiani è certamente un percorso appassionante e suggestivo che vale la pena di essere scoperto. Solo ‘l’andar per malghe’ vale il viaggio ad Asiago!
0 0 132 23 luglio, 2019 ZOOM luglio 23, 2019

About the author

View all articles by admin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>