VIAGGIO NEL GUSTO

VIAGGIO NEL GUSTO

Sette Comuni per 35 finger food creati dai più prestigiosi chef per raccontare, e far gustare, le prelibatezze dell’Altopiano. Si chiama “Asiago 7 Comuni in Punta di Dita” l’evento diffuso per dare nuovo slancio all’enogastronomia attraverso la formula dei finger. Dopo un primo step che ha coinvolto giornalisti e blogger specializzati, il tour aprirà al pubblico nel 2022, mentre in settembre andrà in scena il Gran Galà del Finger, serata a numero chiuso che radunerà tutti i cuochi aderenti al progetto. L’iniziativa è coordinata da Confcommercio Vicenza, con la collaborazione di Confartigianato e Coldiretti e il sostegno della Camera di Commercio più i Comuni di Asiago, Foza, Lusiana Conco e Roana. Una grande squadra che ha visto la partecipazione di ben 34 chef di altrettanti ristoranti, malghe, rifugi e pasticcerie pronti a lavorare insieme.Protagoniste le tipicità del territorio, dal formaggio Asiago alla patata di Rotzo, dall’amaro Cimbro alla bresaola, dalla polenta al trifoglio di montagna per arrivare ai prodotti di malga, la salsiccia cimbra, il miele, tanto per citarne soltanto qualcuno. La prima versione del tour si è snodata su 7 tappe con l’assaggio di 5 finger food ciascuna: Rotzo, Roana, Osservatorio di Asiago, Gallio, Enego, Foza, Lusiana Conco. Artefice della formazione degli chef, Gianluca Tomasi, general manager della Nazionale Italiana Cuochi e da anni grande esperto di finger food. A dar voce alle suggestioni gastronomiche, lo chef Marco Valletta accompagnato dallo chef Massimo Spallino, consigliere Provinciale di Fipe Confcommercio Vicenza e portavoce dei Ristoratori del Mandamento dell’Altopiano di Asiago, promotore del progetto. “Il fermo causa Covid è stato duro ma ci ha anche dato tempo per delineare nuovi obiettivi”: ha commentato lo chef Spallino. Tra le realtà che hanno scelto di valorizzare i luoghi dell’Altopiano in un’ottica di sostenibilità il Consorzio Tutela Formaggio Asiago DOP, amato e reinterpretato nelle ricette, ma anche la Distilleria Rossi D’Asiago, mentre Siggi Group ha fornito agli chef le eleganti giacche da cucina ricamate con il logo. Al fianco dell’organizzazione anche Etra, l’Università del Gusto di Vicenza, MediaVeneto ed EuroHygiene. Per dare esempio di rispetto ambientale sono stati inoltre usati prodotti e confezioni plastic free. “La partecipazione degli chef e di aziende che hanno creduto nel progetto dimostra che questo territorio vuole crescere”, spiegano Marianna Lievore e David Sterchele, rispettivamente presidente e responsabile del Mandamento locale di ConfCommercio.
0 0 235 22 settembre, 2021 ZOOM settembre 22, 2021

About the author

View all articles by admin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>