• IN CAMMINO CON MARIO
  • IN CAMMINO CON MARIO
  • IN CAMMINO CON MARIO
  • IN CAMMINO CON MARIO
  • IN CAMMINO CON MARIO

IN CAMMINO CON MARIO

Una volta, in un’intervista, Mario Rigoni Stern disse: “Sarebbe bello che un giorno, leggendo un mio racconto qualcuno potesse individuare il luogo e provare i miei stessi sentimenti e le mie stesse sensazioni”.
Oggi, grazie al progetto Rural Emotion – Luoghi e itinerari di Rigoni Stern, promosso da Comune di Asiago con GAL Montagna Vicentina e decollato ufficialmente il settembre scorso, quell’auspicio è diventato una realtà alla portata di tutti.
Estimatori e lettori delle sue opere, ma anche appassionati di montagna e turisti alla ricerca di una relazione autentica con l’Altopiano hanno un’occasione in più per approcciare e scoprire le eccellenze naturali, culturali, enogastronomiche, paesaggistiche del territorio.
Sono stati tracciati 25 itinerari - da percorrere a piedi e sulle due ruote, o in alcuni casi anche con ciaspole o sci di fondo nei mesi invernali – che conducono il visitatore nella ‘terra di Mario’ ricollegandosi proprio a quei luoghi che lo hanno visto giocare da bambino, poi crescere e diventare uomo, partire per la guerra e tornare per non allontanarsi più. Il tutto in una cornice di turismo consapevole e sostenibile che coniuga la filosofia dello scrittore con le tante occasioni di relax e divertimento che il comprensorio può offrire.
Tutti gli itinerari mappati sono pubblicati e consultabili nel sito www.iluoghidirigonistern.it che offre anche un ricco corredo di informazioni sull’autore, la sua vita e le opere.
Da dicembre è disponibile anche un’app gratuita per smatphone e tablet, scaricabile sia su Apple App Store che su Google market per i dispositivi Android: uno strumento innovativo e al passo con i tempi per avvicinare il pubblico più giovane a uno degli autori più importanti della letteratura italiana del secolo scorso e per condurre gli appassionati nei luoghi individuati dal progetto, grazie anche alla pratica geolocalizzazione dei vari itinerari.
Come evidenzia Sergio Frigo, giornalista e curatore dei contenuti del progetto: “Forse nessuno scrittore è stato legato alla sua terra quanto Mario Rigoni Stern. Ma da vera e propria icona del suo Altopiano, egli ha saputo incarnare l'anima stessa di tutta la montagna, diventando uno degli interpreti più autorevoli e universali del rapporto fra uomo e natura, oltre che tra storia collettiva e memoria personale e di comunità. Con la sua scrittura limpida e profonda, ma mai complicata, egli ha definito i contorni, consolidato i significati, impreziosito il volto di un’identità locale che ha sempre concepito però come accessibile a tutti coloro che - pur vivendo nelle contraddizioni della contemporaneità -  avessero uno sguardo limpido e un cuore puro”.
Dal Portule all’Ortigara, dalla piana di Marcesina alla Val d’Assa, dalle malghe del Dosso o di Porta Manazzo alla piazza di Asiago e alla casa costruita con le sue mani… gli itinerari spaziano da un capo all’altro dell’Altopiano e mettono l’appassionato a diretto contatto con la ‘terra di Mario’: le sue montagne, il suo paese, le attrattive naturali, le antiche tradizioni, l’ospitalità semplice e calorosa che il territorio esprime. Percorsi in cui il vissuto biografico di Rigoni Stern si incrocia con i racconti e gli episodi che appartengono alla storia e al vissuto delle genti dell’altopiano da lui magistralmente narrati. Camminando con Mario si riscoprono così luoghi rurali di incantevole bellezza e  storie di montanari, malghesi, casari, recuperanti, pastori, cacciatori, rocciatori, ragazzi delle contrade,giovani partigiani.
Un'opportunità per conoscere meglio l'Altopiano e un invito anche, passo dopo passo, a riscoprire se stessi.
0 0 1355 04 febbraio, 2015 NOTE DI VIAGGIO febbraio 4, 2015

About the author

View all articles by admin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>