• TEATRO DI BATTAGLIA

TEATRO DI BATTAGLIA

Al via la rassegna “Sognointerrotto”, dal 14 luglio al 20 agosto, musica e teatro nel suggestivo scenario di Forte Interrotto


Una location in cui si respira la storia, un nuovo scenario a disposizione di residenti e turisti per gli eventi culturali in territorio asiaghese e altopianese, ma anche uno spazio diverso, non più cittadino ma immerso nella natura, a disposizione della comunità. Tutto questo è Forte Interrotto, luogo simbolico legato alle drammatiche vicende della Grande guerra, che ora, dopo un recente restauro, si apre al pubblico per ospitare “Sogno Interrotto”, una rassegna artistica ideata da Isacco Tognon in collaborazione con il Comune di Asiago, volta a promuovere eventi culturali in uno dei più suggestivi siti bellici presenti in territorio altopianese.
Si tratta del primo appuntamento di un cammino che intende valorizzare l’altopiano in vista del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia durante il primo conflitto mondiale, un cammino che proseguirà anche nei prossimi anni con iniziative ed eventi concentrati non soltanto nella stagione estiva.

Questa rassegna porta a ripensare alla storia del nostro territorio, a quella storia legata alla tragedia della guerra, ma anche alla ricerca di nuove vie per mantenere viva la memoria e per far rivivere i teatri di battaglia e le infrastrutture belliche in tempi di pace, donando loro una nuova veste.

Il programma prevede sei appuntamenti e si svolgerà prevalentemente in orario pomeridiano in quattro domeniche e due martedì a cavallo tra luglio e agosto; iniziata domenica 14 luglio, si concluderà il 20 agosto.
Gli eventi proposti intersecheranno diverse arti, per incontrare un pubblico eterogeneo e per vestire la piazza d’armi del Forte di una veste in continuo cambiamento: alla musica classica si alterneranno dunque il teatro, la fotografia e le voci di un coro di montagna.

I primi due eventi si sono tenuti il 14 e 21 luglio: le sonate di Corelli, con il concerto A Night in Rome del quartetto d’archi “Il Capriccio e la Costanza” e lo spettacolo teatrale di musica e parole “La grande guerra meschina” a cura della compagnia teatrale veronese Le Falìe.

Con il mese di agosto si riprenderà con un evento sicuramente suggestivo, previsto per domenica 4 alle ore 6.30 del mattino.
“Le notti chiare erano tutte un’alba”, a cura dell’Associazione culturale ConAltriMezzi, è uno spettacolo che fonde reading e musica: le prime luci del giorno al Forte saranno accompagnate prima dal silenzio, poi dalla musica e dalle parole di Luigi Meneghello e Mario Rigoni Stern.
Sul palco si alterneranno gli attori Isacco Tognon ed Eleonora Fontana, con Giulia Cupani alla chitarra classica.

Spazio alla fotografia domenica 11 agosto alle ore 14.00: il Forte ospiterà la Mostra fotografica a cura dell’Associazione Club Fotografico Altopiano, con installazioni nella piazza d’armi. Verranno attivati tre laboratori: fotografia macro, ritratto e paesaggio, che consisteranno in una sessione pratica di fotografia nei pressi del Forte e in una sessione esemplificativa di elaborazione delle foto presso le postazioni computer allestite all’interno della piazza d’armi.
La mostra sarà ad accesso libero dalle 14.00 alle 18.00, mentre la partecipazione ai laboratori è libera ma su prenotazione.

Torna la musica classica martedì 13 agosto, alle ore 17.00, con un concerto organizzato all’interno di Asiagofestival: ad esibirsi sarà l’ensemble di violoncelli Cellopassionato, sotto la direzione del Maestro Julius Berger. Il gran finale è per martedì 20 agosto alle ore 21.00 con il Concerto del Coro di Asiago, che eseguirà canti di guerra e canti popolari. Una serata dedicata ai canti che hanno segnato fortemente il modo di ripensare alle vicende della Prima Guerra Mondiale nell’immaginario collettivo e nella cultura popolare. Biglietto di ingresso a 5 euro. In caso di maltempo gli eventi in programma nei giorni 14 luglio, 21 luglio e 20 agosto avranno luogo presso il Palazzo del Turismo “Millepini” di Asiago, mentre il concerto del 13 agosto si terrà presso la chiesa di S. Rocco (Asiago). Per informazioni sulla rassegna, e per prenotarsi agli appuntamenti desiderati, è possibile contattare lo IAT Altopiano di Asiago, piazza G. Carli 56, telefonando allo 0424-462221/462661. E-mail: iat.asiago@provincia.vicenza.it , facebook: sogno interrotto.
1 Commenti disabilitati 1449 09 ottobre, 2013 EVENTI ottobre 9, 2013

About the author

View all articles by admin